Search:
 
Ago 21 2019

RECENSIONE OCCHIALI

Stavo per andare in vacanza. Il mio amico Renzo mi ha chiesto di provare un paio di occhiali Serengeti modello Pisa.

Ecco la recensione:

Il look è a mio parere molto gradevole, li trovo sia sportivi sia eleganti senza eccedere in nessuno dei due aspetti. Nulla a che vedere con quegli occhiali supercolorati o eccentrici. Parliamo di un tipo di occhiali che permettono ad uno sportivo di essere performante e  sentirsi elegante.

La montatura avvolgente aiuta a schermare la luce proveniente da tutti i lati. L’ampiezza delle lenti consente un ottimo campo visivo.

Qui a Lerici al livello del mare, indossandoli si nota immediatamente il filtro quasi-rosa che pare amplificare il contrasto e che permette di vedere tutto più chiaramente.

Si scoprono piccoli dettagli che altrimenti sarebbero rimasti confusi.

La seconda cosa che salta agli occhi è che tutto questo deve pur avvenire tagliando qualcosa, perchè si riescono a tenere gli occhi spalancati.

Calzando e togliendo gli occhiali ritmicamente e velocemente alla fine si percepisce che viene esclusa quella parte di luce “cattiva” che pesa sugli occhi senza migliorare la visione. Sicuramente la polarizzazione che taglia i riflessi dell’acqua qui fa bene il suo lavoro.

Arrivato in Trentino, ai 1500 – 2000 metri dei fondovalle e dei prati, legno, decorazioni, erba fiori e foglie risaltano magnificamente.

Anche le mucche (grosse) e le marmotte (piccole).

Ai 2500 – 3000 metri dei paesaggi più lunari delle Dolomiti, ancora nessun problema. In alto l’aria è fresca e frizzante, ma sulla pelle nuda delle braccia si avvertono i singoli raggi di sole che tentano di tagliarti come tanti rasoi.

La specchiatura e l’extra oscuramento della parte fotocromatica continuano a proteggere la vista.

Gli occhi possono continuare a godersi il panorama.

Non ho potuto testare gli occhiali in una giornata in pieno sole con suolo completamente innevato perché non ho trovato esattamente quelle condizioni estreme. Sono convinto che gli occhiali avrebbero un ottimo comportamento, anche se probabilmente un prodotto dedicato solo allo sci sarebbe più adatto.

Riassumendo, é  come se il mio paio di occhiali mi dicesse: Io ne ho filtrate cose che voi umani non dovreste vedere: navi passeggeri riflettere il sole vicino al porto di Lerici, e ho visto i raggi UV-B balenare a mezzogiorno al largo dei bastioni del Sella, e in tutti quei momenti conservati nel tempo i tuoi occhi non hanno pianto lacrime, caso mai era pioggia.

E’ tempo di sorridere.

Manlio Faridone – elettricista

 

Share Post